Gemma e Alessandro: una favola con un lieto fine ancora da scrivere (2a parte)

admin Notizie Leave a comment   , ,

coppia-bacio-fronteDopo qualche anno di tentativi, sia Alessandro che io ci siamo sentiti in un limbo. Il nostro bambino attraverso le vie naturali non ci pensava proprio ad arrivare. Ci siamo guardati negli occhi ed entrambi dalla stessa parte, come una vera squadra, abbiamo deciso di non darci per vinti e di ricorrere a tecniche di fecondazione assistita, chiedendo aiuto a medici specialisti.

Ho iniziato il primo ciclo di stimolazione ormonale con fiducia: ho cercato di superare i momenti di abbattimento e sconforto, qualche piccolo sbalzo d’umore, quel misto di sensazioni indefinite che mi accompagnava passo dopo passo. Alessandro mi è stato d’aiuto con amore, senza farsi prendere da momenti di disperazione o da dubbi. Abbiamo iniziato il nostro percorso insieme. Purtroppo, dopo essermi sottoposta ad alcuni cicli di super-stimolazione ormonale, ad oggi ancora non sono riuscita a rimanere incinta.

Oggi potrei ripensare a tutte le volte che ho atteso l’esito delle analisi con il cuore in gola, per finire poi delusa poco dopo. A tutte le volte che ci siamo sentiti pieni di speranza in vista dell’esito e non abbiamo visto ripagati i nostri sacrifici.

Invece, oggi, a 37 anni, dopo diversi tentativi di ricorso alle tecniche di fecondazione assistita, pur non avendo ancora realizzato il sogno di avere un bambino, cerco di guardare al futuro ancora con positività. Né Alessandro né io abbiamo mai rinunciato all’aspirazione ad avere una famiglia. Sono convinta del percorso che ho intrapreso: con l’aiuto dei medici, continuerò ad insistere e ci impegneremo in altri tentativi. Credo fermamente nel fatto che un giorno avremo un bambino e seguirò il mio percorso lungo questa strada.

Add a Comment